Cerca nel BLOG

venerdì 28 gennaio 2011

Il sondaggio di DIALOGO ITALIANO sul caso Moro

Il 30 gennaio si è concluso il mini-sondaggio di DIALOGO ITALIANO. Questa la domanda:
"Pensate che oggi abbia ancora senso andare alla ricerca della verità storica sull'eccidio di via Fani, sul sequestro e sull'uccisione di Aldo Moro?"
Le possibili risposte:
1- SI
2- CERTAMENTE, QUANDO LA VERITA' E' MONCA NON SI PUO' SCRIVERE LA STORIA
3- NO
4- NON SO
Questi i risultati, dopo circa 70 giorni di sondaggio online: 16 risposte così distribuite: domanda 1, 9 risposte (56%); 2, 6 risp. (37%); 3, 1 risp. (6%); 4, 0 risp. (0%).
Che dire...
Intanto mi piacerebbe conoscere la persona della risposta 3. Potrebbe spiegare la ragione della sua risposta? Lo ringraziamo se vorrà risponderci. Per il resto... 70 giorni, 16 persone. Moro merita qualcosa di meglio, una partecipazione maggiore. Ma per queste 15 (+1) persone proseguiremo. Grazie.

3 commenti:

Anastasio ha detto...

Hai perfettamente ragione, si può fare di più, molto di più ... se ci fossero organi investigativi più competenti e se non fossero stati scientemente e preventivamente "destrutturati, dimezzati o resi inutili" proprio per evitare che in casi come questo, si possano trovare i veri mandanti!

La nostra società è marcia, perchè esistono personaggi ricattabili e/o totalmente incompetenti, inseriti "volutamente" in ruoli di alta responsabilità ...

La regia è gerontogratica, e negli anni "60 - "70 - "80 ha attuato in maniera perfetta, quello che viene definito (assai impropriamente) il "Piano di rinascita democratica"! ;-/

Un saluto da Otello

Andrea Biscàro ha detto...

Gentile Otello, ringrazio per la risposta e per le tue opinioni. Domando un grande favore: diffondere l'esistenza di questo BLOG così come quello di "Osservatorio" di Domenico Geluardi. Questi BLOG rappresentano spazi di interiorizzazione storico-politica e di costume. Non sciorino verità, ma propongo temi, dubbi, immagini, vita vissuta e troppo spesso mai chiarita di questa nostra Repubblica. Un BLOG come il mio è puro volontariato civile, da diffondere, da criticare, da appoggiare, da radiografare, luogo di assenso e dissenso, luogo di partecipazione. Spero, Otello, tu voglia partecipare ancora. Grazie. Andrea Biscàro

Anonimo ha detto...

Interessante!

Alessandro